Archivio tag | followers

#Underboob?


La nuova moda spopola tra Instagram e Twitter. Da dove arriva la novità? Ma che domande…. dall’America no??? Una cifra di ragazze che non escono di casa se non hanno immortalato con uno scatto forme spesso abbondanti, una maglietta appen rialzata e diciamolo pure: le tette! Sono foto vedo non vedo…oppure ben più Hot.

Dopo i vari selfie, gioite uomini! Il nuovo hastag che dilaga sui social network è #underboob: sotto le tette appunto!

Seni perfetti o quasi, sempre pieni, prepotenti, prorompenti: chi più ne ha……più ne metta!.C ‘è anche il Belfie (in cui protagonista non è la faccia ma il lato-b, o sedere), e poi ancora l’aftersex selfie (l’autoscatto dopo l’orgasmo, belli soddisfatti e rilassati).

Eh sì….i followers impazzano!

Controindicazioni? Al di là delle possibilità di essere beccati dai genitori, fidanzati, mariti e magari capi ufficio, il web è frequentato anche da persone che potrebbero approfittare o rubare degli scatti postati sui social, per ogni tipo di scopo! Ma ne vale proprio la pena?

Sta a voi giudicare….e pensare che mi ero fatta tanti problemi a scattarmi una bella foto nella vasca idromassaggio…con tanta schiuma….intendiamoci….si sarebbe vista solo la faccia!!! Poi ho optato…..per il cervello!

Clock Mechanism

Uhrwerk

 

Voi che ne pensate? Meglio sentirsi vip e non esserlo poi veramente? Oppure ESSERE Personal Branding?

Annunci

Affascinante punto di svolta.

Tutto cominciò così. Uno speciale tg1 . Argomento? Fashion bloggers. Vacanze di Natale, 30 dicembre, ore….mezzanotte passata , comodamente adagiata, si fa per dire, sullo scomodo divano dei miei. Pigiama celeste leopardato e rigorosamente in pile, avvolta in una nuvola soffice di plaid rosa dal tartan design…del resto si sa, le case al sud sono ampie e fa freschino.  Poi la svolta: forse anch’io potevo comunicare con il mondo-web, avrei potuto dare il mio contributo entrando in punta di piedi nella vita delle persone, attraverso un pensiero, una foto, un viaggio (spirituale e non), e forse, qualora il punto di vista fosse stato valido, avrei ricevuto del feedback o per usare il vostro  linguaggio avrei avuto tanti followers. Ai posteri “l’ardua sentenza”. ” Proprio io? Sono così speciale? Ma chi ti credi di essere?” Cominciava già la solita resa. Quanti progetti lasciati in sospeso o abbandonati! Ma questa volta doveva andare diversamente: la voglia di farcela era più grande della paura di cadere. Ed eccomi qua, dopo ore di lavoro, sono piantata sul web a “lavorare” ancora.  Vi aspetto, aspetto i vostri commenti, che tradotti nel mio linguaggio sarebbero “scambi di energia”. Adesso però………. Buonanotte a tutti!