Archivi

Crostata senza latticini e glutine

L’equilibrio tra l’uomo e la natura è ormai al limite della rottura.  Agricoltura moderna e industria alimentare hanno una grossa responsabilità.

Basti pensare allo zucchero bianco. Per assumere questo colore viene sottoposto a 15 fasi di lavorazione/raffinazione  industriale che lo rendono un alimento povero di vitamine, minerali e proteine. Anche lo zucherro cosiddetto greggio è il risultato di interventi industriali, tre in meno rispetto al precedente! Questo è il progresso?

Negli ultimi decenni, la nostra alimentazione è cambiata, in senso quantitativo e qualitativo, così velocemente da non lasciare il tempo al nostro organismo di adattarvisi. Il risultato è stato l’aumento di malattie cronico- degenerative.

Mangiamo troppo perchè mangiamo troppo in fretta, perchè il nostro cibo è povero qualitativamente, troppo raffinato ed estremamente impoveriti delle originarie qualità naturali derivanti dalle fibre grezze.

Se è vero che siamo ciò che mangiamo, e se come dicevano i nonni ” il mattino ha l’oro in bocca”, cominciamo con il nutrirci in maniera sana e naturale!

Personal Branding propone una crostata di mandorle  con frutta a vostro piacimento (squisita anche nella versione lamponi e uva). E’ un dolce senza latticini e senza glutine. Ricetta facile e veloce!

20140304_210003

Per 8 persone:

250 g di mandorle pelate, 100 g di farina di ceci, 2 uova, 100 g di zucchero di canna, circa 25 chicchi di uva bianca e 25 lamponi, 20 g di maizena, mezzo cucchiaino di vaniglia in polvere, 250 ml di latte di soia.

Tritate finemente le mandorle nel mixer riducendole in farina.

Montate con le fruste le uova con 70 g di zucchero di canna ottenendo un composto spumoso. Sempre lavorando con le fruste incorporate la farina di mandorle e quella di ceci.

Stendete il composto ottenuto in una tortiera foderata con carta da forno, livellate bene la superficie e infornate a 180 gradi per 20 min.

Riunite in un pentolino il latte di soia, la maizena, il restante zucchero di canna e la vaniglia in polvere. Sempre mescolando portate a bollore e proseguite per 2/3 minuti prima di levare dal fuoco.

Spalmate la crema sulla torta ormai fredda.

Decorate la superficie.

La parte più difficile viene adesso : lasciate riposare la torta in frigorifero per una- due ore prima di servirla. Io non resisto!

P.S

Togliete semi e pelle all’uva e spruzzatela con gocce di limone perchè non annerisca.

Potete spellare le mandorle lasciandole qualche minuto nell’acqua bollente.

Fatemi sapere il vostro risultato. Vi è piaciuta?

20140304_211122

Annunci